Visita Tricoscopica / Tricologica

La tricologia è una disciplina specialistica che studia tutti gli aspetti fisiologici e patologici di peli e capelli. Nel campo della medicina estetica riveste enorme interesse perché tratta le soluzioni più efficaci contro la caduta dei capelli, detta anche alopecia.

Alopecia, o caduta dei capelli

Il termine alopecia deriva dalla parola “alopex” (volpe) ed è da sempre usato per indicare la similitudine con questo animale che perde il pelo periodicamente. Con alopecia si intende una perdita o un diradamento dei capelli non fisiologico.

Esistono varie forme di alopecia:

  • alopecia localizzata:  che può essere androgenetica, areata, da trazione  o cicatriziale
  • alopecia diffusa: telogen effluvium, areata totale, da farmaci
Alopecia localizzata
  • L’alopecia androgenetica

    L’alopecia androgenetica (la comune calvizie) è la più frequente affezione del cuoio capelluto. In questa forma di alopecia i follicoli piliferi diventano sempre più piccoli e superficiali, sotto la spinta degli ormoni androgeni sul follicolo. Essa si distingue in maschile e femminile. Alopecia androgenetica maschile Essa determina un progressivo ed inesorabile arretramento dell’attaccatura dei capelli e un graduale diradamento dei capelli nella zona centrale (chierica). La sua gravità è valutata utilizzando la “Scala di Hamilton” che distingue 12 gradi di calvizie. Alopecia androgenetica femminile Questa forma di alopecia può essere causata da patologie che determinano un aumento degli ormoni androgeni (la sindrome dell’ovaio policistico, l’iperplasia congenita delle surrenali e tumori ovarici). Essa colpisce la zona centrale e frontale della testa senza dare arretramento della linea frontotemporale, come nei maschi; determina inoltre una graduale riduzione della massa dei capelli (le pazienti, per mascherare tale diradamento, ricorrono spesso ad acconciature sempre più corte). La gravità dell’alopecia androgenetica femminile è classificata con i 3 gradi della “Scala di Ludwig”.

  • Alopecia areata o a chiazze

    E’ una patologia ad esordio improvviso e acuto che si manifesta con la comparsa di una o più chiazze tondeggianti di varie dimensioni. Essa non colpisce i capelli bianchi, è asintomatica e senza alcun tipo di reazione locale. Nell’alopecia areata non si determina una distruzione permanente dei follicoli, in quanto questi entrano semplicemente in una fase di riposo anticipato. La zona più colpita è la regione parietale, ma viene coinvolta spesso anche la zona temporale e quella occipitale.

  • Alopecia da trazione

    È una particolare forma di alopecia che può essere causata da traumi accidentali, da acconciature particolarmente strette (coda di cavallo, treccine, ecc.), da trattamenti estetici (bigodini, arricciacapelli, stirature, ecc.) o da patologie psichiatriche (tricotillomania).

  • Alopecia cicatriziale

    Forma di alopecia caratterizzata da una distruzione definitiva dei follicoli piliferi le cui cause possono essere: ustioni; traumi meccanici; malattie infettive; lupus; lichen; gravi follicoliti

Alopecia diffusa
  • Telogen Effluvium

    Il “telogen effluvium” colpisce qualsiasi età e con maggior frequenza il sesso femminile. Si manifesta con una progressiva caduta dei capelli in qualsiasi momento della giornata a causa di un repentino e massivo passaggio dei follicoli dalla fase di crescita alla fase di riposo. Questa forma di alopecia diventa clinicamente evidente circa tre mesi dopo l’entrata a riposo del follicolo. Le cause più diffuse sono: fumo; febbre elevata; interventi chirurgici; diabete; raggi UV; diete dimagranti; anemia da carenza di ferro; periodo post gravidanza; stress; farmaci

  • Alopecia da farmaci

    Svariate categorie di farmaci possono determinare diradamento o caduta dei capelli, tra questi ci sono: vitamina A; beta carotene; anticoagulanti; antivirali; beta bloccanti; ipocolesterolemizzanti

  • Alopecia totale

    È quella particolare alopecia che interessa tutto il cuoio capelluto.

  • Alopecia universale

    È un tipo di alopecia che interessa tutti i peli del corpo.

La visita tricologica è di fondamentale importanza perché soltanto lo specialista tricologo, attraverso l’utilizzo di un particolare strumento chiamato tricoscopio, riuscirà ad analizzare e a quantificare in maniera dettagliata il tipo di problematica di ogni paziente, stabilendo di conseguenza quale strategia terapeutica attuare.

Le terapie possono essere molto differenti: • terapie farmacologiche di prima e seconda linea, sia orali che topiche e sistemiche

E’ compito dello specialista tricologo scegliere il principio attivo e la posologia più appropriata per ogni paziente, in base alla gravità della malattia, allo stato di salute ed alla sua risposta alla terapia.


MEDICI DELLA BELLEZZA S.R.L.S. – P.IVA 01680000880
Privacy Policy