Q switched per l’eliminazione delle macchie

Durata

Variabile, a seconda delle dimensioni delle macchie   da trattare, da 1 a 30 minuti

Tempi di recupero

7-10 giorni

Anestesia

Nessuna

Risultati

Ottimali, in media dopo1-3 sedute, a seconda dell’intensità del pigmento

Che cos’è

Per quanto esistano vari rimedi naturali più o meno noti, il trattamento Gold Standard per l’eliminazione delle macchie della pelle è rappresentato da un Laser elettromedicale di ultima generazione che soltanto lo specialista esperto saprà se e quando utilizzare: il Laser Q Switched. Il Laser Q Switched va ad eliminare sia le classiche lentigo solari e senili che il cloasma ed il melasma, pigmentazioni cutanee solitamente più ostinate, per le quali occorrerà qualche seduta in più. La velocità di risoluzione ed il numero di sedute saranno dipendenti, in ogni caso, dal fototipo e dalla soggettività del paziente, dall’estensione delle macchie che si desiderano eliminare, dalla stagione, da eventuali terapie concomitanti, dall’osservanza delle specifiche prescrizioni fornite dallo specialista al paziente, ma soprattutto dalla tipologia dell’inestetismo stesso. L’esperienza dell’operatore risulta anche in questo caso fondamentale nella risoluzione dell’inestetismo in totale sicurezza e con la massima soddisfazione da parte dei pazienti. La cadenza dei trattamenti è di un mese tra una seduta e la successiva, ma sono d’obbligo alcune precisazioni e alcuni consigli sia nel pre che nel post trattamento.

Prima del trattamento

Evitare l’esposizione al sole o a lampade UV almeno un mese prima. 

Durante il trattamento

Non occorre anestesia di alcun tipo, il trattamento non è fastidioso né doloroso, si avverte soltanto un lieve calore ad ogni impulso del laser sulla pelle. La durata è variabile, ma generalmente non supera i 15 minuti, per non traumatizzare aree particolarmente estese della pelle, soprattutto in zone più delicate come il viso.
Vengono indossati degli occhiali con particolari lenti colorate dall’operatore e totalmente coprenti dal paziente, al fine di proteggere entrambi dall’esposizione alla luce laser. Ogni impulso emesso dallo strumento andrà a “vaporizzare” parte del pigmento della macchia da trattare.

Dopo il trattamento

Nelle ore e nei giorni successivi le zone trattate appariranno più scure anche per la formazione di una sottile pellicola o “crosticina” che non dovrà essere assolutamente rimossa. Per questo motivo si consiglia di lavare e asciugare normalmente e giornalmente la cute avendo cura, però, di tamponare con le mani invece di strofinare.

La pelle potrebbe apparire più edematosa e arrossata nella settimana successiva al trattamento. Terminata la seduta verrà applicata dallo specialista una pomata antibiotica e prescritta una terapia che andrà seguita fino alla caduta spontanea delle crosticine facendo attenzione a rimuovere qualsiasi residuo di pomata antibiotica prima di esporsi al sole poiché l’effetto dell’antibiotico a contatto con la luce solare macchia la pelle! Altra importante raccomandazione è l’utilizzo di creme solari a protezione totale per tutta la durata del post trattamento sino al successivo controllo, avendo cura di ripetere più volte al giorno l’apposizione di tali preparati. Utile l’ausilio di creme lenitive e riepitelizzanti, soprattutto in casi di forte irritazione e in pazienti con fototipo 1 o 2, da apporre delicatamente sulla cute 2 volte al giorno fino alla successiva seduta.

E’ assolutamente proibita l’esposizione della pelle trattata all’azione traumatizzante di sauna, bagno turco, piscina, lampade abbronzanti e a qualsiasi sollecitazione termica o meccanica che risulterebbe dannosa. È consigliabile astenersi da attività sportiva e sforzi protratti di ogni genere per almeno i primi 5-7 giorni successivi al trattamento.


MEDICI DELLA BELLEZZA S.R.L.S. – P.IVA 01680000880
Privacy Policy